Ricrescita dei capelli, capelli bianchi o, semplicemente, voglia di cambiare look: sono tanti i motivi che spingono una donna (ma anche gli uomini non scherzano) a ricorrere a una tinta per capelli per tingersi i capelli. Qualche volta accade, però, che il risultato ottenuto dalle tinte per capelli sia molto diverso da quello sperato: il colore finale non è quello che desideri, oppure la colorazione non dura come la tintura delle tue amiche.

Ci sono alcuni errori che, molto spesso, si commettono e che possono pregiudicare la buona riuscita di una tinta per capelli

Eccoti 5 consigli per evitare pasticci e, soprattutto, come rimediare una tinta per capelli uscita male

Errore 1: Fare la tinta con i capelli puliti

Il primo grave errore che puoi commettere con la tintura ai capelli è farla subito dopo lo shampoo. Perché? I capelli “sporchi” sono rivestiti da una quantità di “oli naturali” maggiore rispetto ai capelli puliti, che fanno da barriera protettiva contro gli agenti chimici delle tinte, prevenendo le irritazioni.

Allo stesso modo però, evita di cadere nell’eccesso opposto, e di fare la tintura ai capelli troppo sporchi o che presentano residui di gel e lacche che possono pregiudicare il corretto assorbimento della tinta, lasciando delle chiazze più chiare o più scure sulla chioma.

La scelta ideale è applicare la tinta due giorni dopo aver fatto lo shampoo, facendo attenzione a non applicare mousse modellanti, gel, lacche…

Errore 2: Distribuire le tinture per capelli in modo non uniforme

Un altro errore che puoi fare (ma che devi assolutamente evitare) è stendere la tintura sui capelli un po’ a caso: l’effetto finale sarà disastroso! Se vuoi un risultato omogeneo, dividi i capelli in ciocche e applica la tinta dalla radice andando verso le punte, a partire da 2 cm dal cuoio capelluto. Questo perché il calore della testa fa sì che la tintura attecchisca più velocemente e quindi ha bisogno di un tempo di posa minore. Una volta passati 5-10 min (in base al tempo indicato per la tintura che stai usando), ricopri anche le radici.

Un consiglio: prima di applicare la tintura, spazzola bene i capelli per tutta la lunghezza, così che il pennello non incappi in nodi e possa scivolare meglio sui tuoi capelli. Quando stendi la tinta, poi, fai attenzione che i capelli della ciocca ricevano uno strato di tintura sufficiente a coprirli. Se ti accorgi di averne messa troppa, niente paura: tirala via passando il pettine.

Non vuoi fare la tintura a tutta la chioma, ma ritoccare solo le radici? La soluzione per te è un kit di ritocco delle radici. Sono pensati per integrarsi perfettamente al tuo colore di capelli. Fai attenzione però a ricoprire solo le radici e non arrivare sulle lunghezze, per evitare chiazze di colore più scuro.

Hai ricevuto un invito last minute e non hai tempo né per fare la tinta né per ritoccare le radici? La soluzione te la offre Medavita, con il suo correttore radici istantaneo: lo spruzzi dove serve e in cinque minuti sei pronta per uscire.

Errore 3: Non idratare i capelli prima di applicare il colore

Una buona routine per la salute dei tuoi capelli prevede una maschera idratante a settimana, che li possa nutrire e rinforzare. Inoltre, ti consigliamo di applicare sempre il balsamo dopo lo shampoo, anche solo sulle punte, per evitare che si spezzino. Queste due buone abitudini, oltre a mantenere in salute i tuoi capelli, condizionano la buona riuscita della tua tintura, perché i capelli sani assorbono meglio le tinte e non rischiano di seccarsi. Infatti, è sbagliato applicare una tintura su capelli deboli o danneggiati, perché andresti a indebolirli ancora di più.

Come rimediare? Se non hai l’abitudine di fare maschere né di usare il balsamo, ti consigliamo di fare una maschera idratante due giorni prima della tintura, in modo da preparare i capelli a ricevere la colorazione. Una volta fatta la tinta, poi, non scordare il balsamo nei lavaggi successivi.

Una maschera che ci piace consigliare è la Reflection Masque Chromatique Fine Hair, della Kérastase. Aiuta i capelli stressati dalla colorazione a ispessirsi e a tenere il colore più a lungo.

Errore 4: Non proteggere la pelle dal colore per capelli

Uno degli errori più comuni e diffusi quando si sceglie di farsi la tinta da sole in casa è quello di macchiare la pelle del viso e del collo (in alcuni casi, quando i capelli sono molto lunghi, si arriva a macchiare anche braccia e spalle).

In genere, la zona che maggiormente si presta a questo errore è quella all’attaccatura dei capelli. Per evitarlo, applica sulle zone più a rischio una crema idratante molto corposa, che farà da barriera protettiva.

Se ti sei macchiata, niente paura: l’importante è agire subito! Rimuovi il prima possibile la tinta con un batuffolo di ovatta imbevuto di latte detergente oppure, in caso di danni più resistenti, applica sulla zona macchiata un po’ di dentifricio. Massaggia per un minuto e poi risciacqua.

Errore 5: Applicare la tintura subito a tutta la chioma

Molto spesso si viene prese dalla voglia di un cambiamento radicale al proprio look, e si parte proprio dal colore dei capelli. Prima di fare scelte drastiche però assicurati dell’effetto finale che la tintura avrà sulla chioma.

Se ti rivolgi a un professionista, saprà dirti in anticipo la sfumatura che i capelli acquisteranno con una tinta piuttosto che un’altra, e soprattutto se valorizzerà il tuo incarnato.

Se invece scegli una tinta fai da te in casa, allora fai una piccola prova: applica la tintura solo su una ciocca di capelli, magari facile da nascondere nel caso in cui il risultato finale non ti piaccia. È una scelta importante anche per testare eventuali reazioni allergiche al prodotto. Guarda poi il risultato alla luce naturale: se ti piace, puoi tingere tutta la chioma senza rischiare shock di nessun tipo.

Leggi i nostri consigli su come far durare più a lungo la tua tintura per capelli

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *